pagelle

Le pagelle di Lecce-Monza: Boateng e Carlos Augusto i migliori, attacco dalle polveri bagnate

Le pagelle di Lecce-Monza: Boateng e Carlos Augusto i migliori, attacco dalle polveri bagnate

DI GREGORIO 6 – Sempre attento e reattivo, come al 40’ quando come un gatto toglie la palla dai piedi di Coda. Altro clean sheet per lui. DONATI 6 – Partita attenta, gioca alto come vuole Brocchi e non disdegna qualche cross in...

Domenico Fabbricini

DI GREGORIO 6 – Sempre attento e reattivo, come al 40’ quando come un gatto toglie la palla dai piedi di Coda. Altro clean sheet per lui.

DONATI 6 – Partita attenta, gioca alto come vuole Brocchi e non disdegna qualche cross in fase avanzata. Solo un paio di errori in avvio di ripresa e poi torna sui suoi standard.

BELLUSCI 5,5 – Buona interpretazione nel primo tempo, anche perché il Lecce si vede poco e il pallino del gioco è in mano Monza. Contiene comunque bene le folate di Mancosu e compagni. Peccato per l’entrata a piedi unita nel finale che gli costa il rosso, mezzo voto in meno solo per questo.

BETTELLA 6 – Spesso tocca a lui impostare da dietro, lo fa con tranquillità e autorità, nessuna sbavatura neanche in fase di copertura.

CARLOS AUGUSTO 6,5 – Solito motorino sulla fascia sinistra, viene fermato solo da una noia muscolare, resta comunque uno dei migliori (73’ SAMPIRISI sv)

BARILLA’ 6 – Solita fisicità a centrocampo, si fa vedere anche con qualche conclusione dalla distanza. All’85’ serve una gran palla a Gytkjaer che Meccariello gli toglie dalla testa. Ragionatore del centrocampo.

D’ERRICO 5,5 – Chiamato al difficile compito di sostituire Dany Mota, si dà un gran da fare sulla fascia ma non è un attaccante naturale e incide poco nella manovra offensiva, sostituito dopo un’ora di gioco (65’ MARIC 5,5 – Molto dinamico, si presenta subito con un tentativo a rete ma poi si fa vedere poco, anche perché si attenua nel finale la spinta del Monza).

BARBERIS 6 – La classica partita senza infamia e senza lode, fa il suo, tiene bene la posizione, non commette errori, porta a casa la sufficienza.

FRATTESI 6 – Qualche ficcante incursione in avvio di partita, poi gira un po’ a vuoto per il resto del primo tempo. Accusa la stanchezza nel secondo tempo, non dà seguito alle ultime belle prestazioni. (73’ ARMELLINO 6 – Buon ingresso, corsa e sostanza sulla fascia).

BOATENG 6,5 – Nel primo tempo mette in campo tutto il suo tasso tecnico, si destreggia in un gran numero di colpi di tacco ma quasi sempre la leziosità è associata anche all’efficacia perché i suggerimenti per i compagni sono sempre deliziosi e interessanti. Prova a dare peso specifico anche in zona gol, sempre presente. (82’ MARIN sv).

GYTKJAER 5,5 – Fa a sportellate in avanti e per questo prende una gran quantità di botte, lavoro si grande sacrificio ma purtroppo poco incisivo in attacco. Nella ripresa per poco non fa gol su una gran palla di Barillà che Meccariello salva come un gol.

ALL. BROCCHI 6 – Porta via un punto dal ‘Via del Mare’ contro una diretta concorrente per la salvezza. La partita resta bloccata, le due squadre si annullano e lo spettacolo latita, ma mantiene la striscia di imbattibilità.

Lecce: Gabriel 6, Adjapong 6, Dermaku 6,5, Meccariello 6,5, Zuta 6, Henderson 5,5 (Listkowski 6), Paganini 6 (Majer 5,5), Tachtsidis 6, Mancosu 7, Coda 6,5, Stepinski 6 (Bjorkengren s.v.). All.Corini 6;