l avversario

Lecce, Corini: “Oggi contro il Monza non era facile, buona la nostra prestazione”

Anche il tecnico del Lecce Eugenio Corini ha detto la sua al termine di Lecce-Monza, anche lui soddisfatto del risultato e non solo. “Oggi ho visto due squadre che si sono rispettate, entrambe hanno provato a vincere la gara. Mi è...

Emanuele Dell'Anna

Anche il tecnico del Lecce Eugenio Corini ha detto la sua al termine di Lecce-Monza, anche lui soddisfatto del risultato e non solo.

“Oggi ho visto due squadre che si sono rispettate, entrambe hanno provato a vincere la gara. Mi è piaciuta la prova che abbiamo fatto, di solidità, di attenzione e poi sicuramente c’è da migliorare la fase di non possesso. Importante è non aver preso gol da una squadra forte come il Monza e secondo me dopo i primi 25 minuti ci siamo assestati abbiamo giocato molto meglio e la prestazione è stata fatta.

Oggi non abbiamo subito gol, è un dato positivo, dobbiamo passare a essere da una buona squadra a una squadra vincente se lavoriamo bene in fase di non possesso. Ho detto ai miei ragazzi nel post partita quando li ho salutati – Dobbiamo tenerla bene in mente questa partita, come l’abbiamo approcciata, il grado di attenzione che abbiamo avuto e la voglia di non subire un tiro -.

E’ mancata la precisione soprattutto nei primi 25/30 minuti, abbiamo sbagliato qualcosa. Il secondo tempo è stato fatto meglio.

Dermaku è un giocatore che abbiamo preso con un'idea ben precisa. Oggi ha fatto una partita di grandissimo livello, l’apoteosi sarebbe stato un suo gol finale con la palla che è uscita di poco.

Ho fatto meno cambi dei 5 previsti. Faccio i complimenti a Majer che è entrato a freddo ed ha fatto una bella gara.

Oggi contro il Monza non era facile, questi 5 giorni di pausa che verranno sono importanti per rigenerare energie mentali e fisiche, avranno un programma da sviluppare in questi giorni di riposo.

Ieri quando ho avuto la conferma della negatività ero un pizzico emozionato. Sono tornato immediatamente coi ragazzi, è importante che l’allenatore sia con i propri ragazzi".