primo piano

Frattesi: “Firmo per fare otto gol e festeggiare la promozione in Serie A”

Tecnica, abnegazione, forza fisica e massimo impegno in allenamento. Davide Frattesi vuole costruirsi un futuro da grande protagonista nel calcio italiano. La giovane stella del Monza ha rilasciato un'intervista ai colleghi di Pianeta Serie...

Niccolò Anfosso

Tecnica, abnegazione, forza fisica e massimo impegno in allenamento. Davide Frattesi vuole costruirsi un futuro da grande protagonista nel calcio italiano. La giovane stella del Monza ha rilasciato un'intervista ai colleghi di Pianeta Serie B. Queste le sue dichiarazioni: "Stiamo migliorando, ma tutti sapevamo che fosse necessario aspettare. Magari qualcuno non la pensava così, ma mi metto nei panni di un giornalista e vedere tutti quei nomi sia in campo che in panchina fa effetto. Serve tempo per amalgamarsi, ma siamo consapevoli che stiamo migliorando di partita in partita. Dobbiamo continuare su questa strada, allenandoci sempre al 100% e facendo le cose che ci chiede il mister, che sono giuste. Avere dei grandi nomi attorno è uno stimolo. Giocare con Boateng avanti può essere una dinamica che mette in soggezione se percepita in modo sbagliato ma, in realtà, Prince è una risorsa continua, soprattutto per me che vado nello spazio, difatti cerco sempre di dargli la palla e buttarmi, perché in un modo o nell’altro me la restituisce, come successo nell’episodio del tacco a Salerno, senza dimentica Mario, un giocatore che dentro l’area fa la differenza. Fa un certo effetto giocare con determinati elementi. Cito anche Paletta, che ha un grande passato e che, a mio avviso, sta dimostrando di essere uno dei migliori difensori della categoria. Aggiungo Donati, così come i tre portieri, che sono tutti bravi: la squadra è davvero forte, è un onore giocare con i compagni che ho. È spettacolare avere certi giocatori in squadra. Dover giocare sempre per vincere è un qualcosa in più che ti aiuta a creare mentalità vincente ed è ciò che, secondo me, fa la differenza nel corso della stagione. La pressione mediatica non manca ed è giusto che ci sia quando hai una rosa del genere. Chiaramente tutti si aspettano che il Monza vinca ogni partita, anche se ciò non accadrà, perché è legittimo incappare in qualche risultato sbagliato. L’importante sarà dare continuità, fattispecie che permette di vincere un campionato come quello di Serie B. Lavoreremo per fare punti ed evitare debacle. L’obiettivo principale riguarda la squadra ed è quello di andare in Serie A, sono venuto qui per questo. Il mio obiettivo personale, invece, è arrivare a otto gol, così da poter vincere una scommessa con il mister”.