Di Gregorio 6: viene impegnato poco e non rischia quasi mai. 

Donati 5,5: spinge col contagocce senza sfruttare tutto il campo per arrivare al traversone aereo, sbaglia tanto in fase di disimpegno.

Bellusci 6,5: controlla le fasi gestionali della retroguardia curando i dettagli nella lettura preventiva dei movimenti avversari. 

Bettella 6,5: ha personalità e senso della posizione, riscatta la prova disastrosa col Cosenza disimpegnandosi con padronanza associativa.

Carlos Augusto 5,5: un po’ legato nello sviluppo laterale, costretto dalle incursioni dei centrali a rimanere prudente in spinta. 

Frattesi 7: segna il vantaggio con lo stacco sul primo palo in inserimento; si fa trovare pronto lavorando il pallone in mezzo al campo attraverso la ricerca costante del fraseggio (dal 79’ Armellino sv). 

Barberis 6: è in crescita nella dinamicità dello sviluppo d’impostazione fluido alla ricerca della giocata pulita (dal 91’ Fossati sv). 

Barillà 6: ormai è la chiave per scardinare i piani strategici degli avversari. Si alza sul livello delle punte diventando quasi riferimento centrale. 

Boateng 6,5: qualità e quantità, giocate smarcanti e vivacità sulla trequarti. 

Gytkjaer 6: si muove bene creando qualche situazione pericolosa. È sempre tanto l’impegno nella prima pressione (dall’85’ Maric sv).

Dany Mota 7: stop and go, tocca il pallone e lo conduce a tutto gas senza mai perderne il controllo. È questo il suo perenne modus operandi, provate a fermarlo. 

Brocchi 6: vittoria fondamentale e secondo posto agguantato, bene nella gestione delle sostituzioni. 

BRESCIA (3-4-1-2): Joronen 5; Papetti 5,5 (dall’ 89’ Frjdionsson sv), Chancellor 6, Mangraviti 6,5; Karacic 6, Bisoli 6, Van de Looi 6 (dal 74’ Dessena 6), Martella 6; Spalek 6,5 (dall’81 Jagiello sv); Ayè 6 (dall’81’ Ragusa sv), Donnarumma 5,5. All. Davide Dionigi 6.

Sezione: Pagelle / Data: Lun 25 gennaio 2021 alle 23:00
Autore: Niccolò Anfosso / Twitter: @Nicanfo2000
Vedi letture
Print