news

L’avv. Malagnini: “Se una persona rientra dall’estero deve restare in isolamento, il protocollo Figc non c’entra”

L'avvocato Luciano Ruggiero Malagnini ha parlato a Tmw del caso dei giocatori del Monza recatisi a Lugano e della richiesta del club di affidarsi al protocollo calciatori, che prevede la possibilità di giocare se i tamponi...

Domenico Fabbricini

L'avvocato Luciano Ruggiero Malagnini ha parlato a Tmw del caso dei giocatori del Monza recatisi a Lugano e della richiesta del club di affidarsi al protocollo calciatori, che prevede la possibilità di giocare se i tamponi sono negativi. “Il protocollo federale si interessa di regolamentare i calciatori positivi ed eventuali contatti stretti ma non di chi va all’estero per motivi ludici - ha chiarito l'avvocato -. Il tutto va governato secondo le leggi per i cittadini, il protocollo non c’entra. Se un cittadino va all’estero fino al 30 aprile 2021 in uno dei paesi indicati nell’allegato del decreto legge (e la Svizzera ne fa parte, ndr) al rientro in Italia deve stare cinque giorni in isolamento e alla scadenza fare il tampone, se negativo può uscire. Ma non esiste un protocollo federale in questo senso. Ormai accade tutto e il contrario di tutto, la giustizia sportiva è diventata un’opinione”.