Dall'Inter al Monza, per crescere con continuità in modo da contribuire a realizzare il sogno di Galliani e tutta la dirigenza brianzola: ha le idee chiare sull'immediato futuro il giovane Pirola che ha parlato in esclusiva alla Gazzetta dello Sport: "Sono nato in Brianza. Per me è un grande orgoglio indossare la maglia della squadra che rappresenta il mio territorio proprio in quello che è stato definito come l’anno del grande sogno per il Monza. Sono il più piccolo della rosa biancorossa e voglio continuare a migliorare. A Monzello avrò dei professori esperti come Paletta, Bellusci e Scaglia. E poi il credo offensivo di mister Brocchi mi permetterà di crescere anche in fase di impostazione del gioco“. Alla Nazionale Pirola tiene molto, considerandola come un processo di crescita importante: “Ero stato convocato per uno stage con l’Under 20. Dopo che i ragazzi dell’Under 21 sono rientrati a casa per i casi di positività al covid, ci è stato detto che sarebbe toccato a noi dell’Under 20 scendere in campo contro l’Irlanda. Sensazioni pazzesche. Per me un debutto un po’ a sorpresa che ricorderò per tutta la vita. Giocare nella Nazionale maggiore è il sogno di ogni bambino. Non ho fretta, so che la strada da fare è ancora lunga. Ma spero con tutto il mio cuore di arrivarci“.

Sezione: Primo Piano / Data: Ven 16 ottobre 2020 alle 10:37
Autore: Niccolò Anfosso / Twitter: @Nicanfo2000
Vedi letture
Print