primo piano

Coordinate portoghesi sull’asse Milano-Monza: Leao e Mota, qualità al potere

Coordinate portoghesi sull’asse Milano-Monza: Leao e Mota, qualità al potere

Il binario di Monzello corre parallelo a quello del campionato. I biancorossi fanno rotolare felicemente il pallone in allenamento e sono pronti a riprendere con determinazione il cammino tradizionale, incrementando il passo perché la...

Niccolò Anfosso

Il binario di Monzello corre parallelo a quello del campionato. I biancorossi fanno rotolare felicemente il pallone in allenamento e sono pronti a riprendere con determinazione il cammino tradizionale, incrementando il passo perché la locomotiva Empoli macina punti e non intende fermarsi. La sfida al Cosenza s’avvicina, la struttura delle linee guida di preparazione prevede lo svolgimento dilazionato della distribuzione del carico fisico per restare sul pezzo mantenendo la condizione atletica adeguata dopo i dieci giorni di sosta e arrivare con birra in corpo e freschezza agonistica all'appuntamento di sabato pomeriggio all'U Power Stadium. La sensazione elettrica di Brocchi è la credenza di voler mettere in evidenza ancora una volta il marchio di fabbrica con il controllo dei comandi: la qualità nella manifestazione di gioco.

COORDINATE PORTOGHESI. E chi meglio di Dany Mota s’esprime col linguaggio della qualità? Ai contrasti netti preferisce le sfumature, avendo a pochi chilometri di distanza l’amico fraterno e compagno di nazionale nell’under 21 portoghese Rafael Leao, autentico protagonista del Milan capolista con 6 gol e 4 assist in 19 presenze totali. Incommensurabili e irriducibili. Della funzionalità ne hanno fatto quasi un'ovvietà, eventi di routine. Entrambi stanno allargando gli orizzonti senza avvertire le pressioni, anzi, alimentando la sensazione di poter incidere sui destini delle rispettive formazioni. Per capire le loro intenzioni basta accendergli il motore in conduzione palla, provate a fermarli tra sterzate dinamiche e dribbling di classe che annebbiano la vista a chi li fronteggia. Si ripetono ciclicamente correndo con efficienza verso obiettivi ambiziosi. Consapevoli che non serve cedere alla logica della fretta per prendersi il meglio possibile, arricchendo il tesoro tecnico che non muta nella realizzazione neanche quando variano i compagni di reparto. Gli ingredienti? Contesto solido, area d’azione imprevedibile, atteggiamento roccioso e costruzione di possibilità. Dal sogno alla realtà, per fortificarla sull’asse della tecnica sopraffina. 

IL RINFORZO. Ecco il secondo rinforzo del mercato di gennaio dopo Scozzarella. Dal Sassuolo arriva a titolo temporaneo fino al 30 giugno 2021 Federico Ricci, che indosserà la maglia numero 27 e potrà fungere da alternativa nel tridente offensivo facendo rifiatare Boateng largo a destra, con la volontà di raggiungere la terza promozione in carriera dopo quelle con le maglie di Crotone e Spezia.