Stefano Marchetti, dg del Cittadella, è intervenuto in diretta a Stadio Aperto, trasmissione di TMW Radio, condannando come prima cosa il comunicato fake del Giudice Sportivo relativo alla partita col Monza che è girato negli scorsi giorni in cui venivano riportate sue parole razziste e volgari, evidentemente falso ma frainteso da qualcuno: "La cosa è molto triste e mi ha amareggiato, sono venuti meno i valori: è tutto squallido, io ho fatto denuncia. Se vengo a sapere chi è stato, va a finire male... Non solo nei miei confronti, ma proprio per darci tutti una regolata nel mondo del calcio. Ora però guardo avanti".

Come sta la Serie B un anno dopo l'inizio della pandemia?
"La cosa è drammatica, psicologicamente. Nella vita, eh, non c'è entusiasmo: si lavora, siamo quasi tutti abituati a questi stadi vuoti senza nessuna emozione dentro. Voglio vedere come sarà il futuro economico... Ai prossimi bilanci sarà un massacro, solo di spese per tamponi che sono stati fatti ogni tre-quattro giorni. Sarà dura: chi avrà operato bene si salverà, chi avrà operato male non lo so".

Perché la Serie B è così equilibrata?
"Per la forza delle squadre, il gap tra una e l'altra si è molto ridotto. L'Empoli anche sabato ha fatto vedere la sua forza, però ogni partita deve confrontarsi con squadre che non sono mai facili da affrontare. Puoi vincere e perdere con tutti: se qualcuna si sveglia e ne approfitta può fare il botto. Il mio dispiacere è che a fine andata eravamo secondi, con più continuità potremmo essere un attimo più contenti".

Sezione: Le Altre di B / Data: Mer 10 marzo 2021 alle 12:45
Autore: Redazione Tuttomonza
vedi letture
Print