Alla vigilia di Monza-Venezia il tecnico dei lagunari Paolo Zanetti ha detto la sua in conferenza stampa: “Infortuni? Ammazzerebbero un toro, ma dobbiamo fare in modo che non ammazzi noi. Il Monza lo conosciamo ampiamente, è momento di stringersi forte uno accanto all’altro per rimanere aggrappati al nostro obiettivo. Dobbiamo dare fiducia a chi sostituirà gli assenti. Sono qui da sei mesi e lavoro per un concetto di squadra e non di singolo, se ci si aggrappa a uno o due giocatori solamente non si va lontano. Aramu è in forse e siamo in una corsa contro il tempo. Se giocherà lo farà con un’infiltrazione, ha una distorsione alla caviglia e vuole esserci da leader com’è diventato.
Stiamo vivendo un periodo come lo stanno vivendo anche altre squadre, come Cittadella, Empoli, Chievo e Salernitana. Non conosco altra via che il lavoro. Sono arrabbiato perché non stiamo portando a casa quello che si merita. Stiamo subendo troppo per situazioni individuali e di poca attenzione, per questo ho voluto alzare nuovamente il livello di attenzione e di sensazione di pericolo. Senza palla non siamo quelli che potremmo essere e soprattutto in questa partita non dovremo assolutamente tradire su questo fronte."

Sezione: L'Avversario / Data: Ven 19 marzo 2021 alle 17:20
Autore: Emanuele Dell'Anna
vedi letture
Print