focus

Scaglia: “Crediamo nella promozione diretta, in caso di playoff ci vorrà lo spirito giusto”

Filippo Scaglia si è intrattenuto ai microfoni di ForzaMonza.it per parlare di questo rush finale di campionato: "Sapevamo che la lotta promozione non sarebbe stata facile, ma mancano ancora quattro partite. Con questo stop che ci...

Domenico Fabbricini

Filippo Scaglia si è intrattenuto ai microfoni di ForzaMonza.it per parlare di questo rush finale di campionato: "Sapevamo che la lotta promozione non sarebbe stata facile, ma mancano ancora quattro partite. Con questo stop che ci è appena stato si crea un mini torneo e bisogna farsi trovare pronti perché può succedere di tutto. Abbiamo il dovere di credere nella promozione diretta. In caso di playoff li dovremmo affrontare con lo spirito che abbiamo dimostrato per gran parte del campionato. Sappiamo il valore della nostra squadre e li affronteremo come quelli che devono fare di tutto per andare in Serie A.  Possono esserci state delle difficoltà che non siamo riusciti a gestire al meglio, ricordando sempre che parliamo di squadre costruite bene, le annate storte possono capitare a tutti. Non è la classifica che dà il valore di una squadra. Peccato non aver vinto a Chiavari o con il Pescara, oggi avere due punti in più sarebbe stato meglio”.

Sulla possibilità della promozione diretta: "Noi ci crediamo.  La società sotto questo punto di vista ci ha sempre supportato: il dottor Galliani da quando è tornato ci ha fatto sentire la sua vicinanza e la sua ferma volta di voler cercare in tutti i modi di andare in Serie A, direttamente o tramite playoff. Il presidente ci dà sempre una grande carica ogni qual volta lo vediamo. A Monza si respira l’aria di dover vincere, dobbiamo fare il massimo per regalare alla società questo traguardo".

Sulla stagione personale: "Il gol contro l’Entella per me è stata una bella soddisfazione, anche se non abbiamo vinto. Al gol promozione non ci penso: non è importante chi segna. Nelle ultime partite ho trovato più spazio rispetto al resto della stagione. Ad inizio anno son partito con l’idea di fare più partite ma poi quando si è in gruppi forti può capitare che uno giochi meno".

In chiusura: "Il gruppo sta bene, ha voglia di giocare queste ultime partite. Sappiamo che saranno importanti perché abbiamo la Salernitana e il Lecce. Due partite toste ma che ci daranno tanto per il proseguo di questo campionato. Dovremo dare il massimo a prescindere da chi incontreremo e cercare di vincere, vedendo anche cosa faranno gli altri”.