Gara 4 della Finale Scudetto della vivo Serie A1 femminile 21-22 la vince la Prosecco Doc Imoco Conegliano, brava a sfruttare il vantaggio 2-1 nella Serie ed il primo match-point per conquistare il tricolore numero cinque della sua storia. All’Arena di Monza è spettacolo puro sia sulle tribune, con una coreografia stellare durante gli inni ed i clap banner dei 4188 dell’impianto monzese a replicare la bandiera italiana, che sul campo, con le fiammate di Egonu da una parte e Van Hecke dall’altra a far registrare gli applausi più forti della sfida. Gli allenatori replicano gli stessi sestetti delle prime tre sfide e l’andamento del primo parziale sembra ricalcare quello del 3-0 di Gara 3. Conegliano non sbaglia nulla, Monza fatica a mettere palla a terra e le pantere vanno avanti 1-0. Fino alla metà del secondo è ancora la formazione ospite a fare la voce grossa, ma Monza esce fuori con tutto il suo carattere nel momento più complesso. Con una serie di accelerazioni di Larson, la Vero Volley si accende e sfrutta il prezioso turno in battuta di Orro per risalire da 21-13 a 22-21, andando a vincere il gioco 25-23. La Vero Volley ci crede, ma nel terzo set ono ancora le venete ad approcciare meglio il prologo con De Gennaro a volare su ogni palla e Plummer e De Kruijf a pungere tra muro e attacco. Ancora una volta Monza ritorna però forte nel quarto, con una scatenata Van Hecke ad accendere le speranze dei suoi tifosi fino al tie-break. Egonu nel momento chiave diventa però incontenibile, con 9 punti personali (37 finali, che le valgono il titolo di MVP) a regalare la gioia più grande alle sue. Alla prima Finale Scudetto della sua storia Monza esce tra gli applausi del suo pubblico e tanta voglia di provare a migliorarsi già dalla prossima annata sportiva.

Sezione: Focus / Data: Mer 11 maggio 2022 alle 00:50
Autore: Stefano Pontoni
vedi letture
Print