La Direzione Distrettuale antimafia di Milano indaga sulla somministrazione e l’approvvigionamento di tamponi eseguiti anche sui giocatori del Monza. La notizia è stata data dal Tg3 e ripresa da alcuni organi di informazione, oltre a essere confermata da organi investigativi. Controlli presso la sede del Monza Calcio per verificare le modalità con cui si stavano effettuando i tamponi rapidi ad alcuni calciatori durante l'emergenza Coronavirus.

Ieri il Gico della Guardia di Finanza ha eseguito acquisizioni di documenti in due cliniche e una perquisizione a carico di un medico, che sarebbe indagato per esercizio abusivo della professione medica. In particolare, riporta Sky, il Gigo della guardia di finanza e i carabinieri del Nas hanno effettuato perquisizioni presso lo studio di Cristiano Fusi, indagato in concorso con ignoti per esercizio abusivo della professione medica perché, stando alle ipotesi degli inquirenti, avrebbe consentito di effettuare i tamponi a persone che sarebbero risultate privi di titoli. Acquisizioni sono state fatte presso la clinica Zucchi di Monza, dove Fusi è primario, e presso la clinica Madonnina di Milano, dove ha uno studio privato

Sezione: Primo Piano / Data: Lun 23 novembre 2020 alle 15:30
Autore: Domenico Fabbricini / Twitter: @Dfabbricini
Vedi letture
Print