Alessandro Lazzarini, oggi in panchina al posto di Brocchi, in conferenza stampa ha analizzato così la sconfitta contro la Spal: "La società è ambiziosa e abbiamo una rosa pronta, il percorso è lungo perché abbiamo 13 giocatori nuovi, prima squadra ad avere 11 col Covid, degli stranieri che stanno imparando la lingua e il campionato italiano. E' normale che una Spal, un Lecce o un Brescia in partenza hanno un percorso piu' semplice. Crediamo in quello che stiamo facendo, i numeri non sono negativi, creiamo tanto ma non concretizziamo, siamo sereni e lavoriamo tranquilli perché abbiamo un percorso di crescita da fare, anche se forse un po' piu' lento delle altre".

Come prosegue l'ambientamento di Maric e Gytkjaer?
"Bisogna dargli tempo, devono imparare la lingua, un campionato diverso dal loro, ma hanno un potenziale importante. Bisogna avere pazienza perché il percorso è piu' complesso ma possiamo fare tutto".

TuttoMonza - E' deluso dalla prestazione della difesa e di Di Gregorio? La squadra poteva fare qualcosa in piu'?
"Ho visto una partita equilibrata, la Spal è partita meglio, poi abbiamo preso le misure. Abbiamo creato anche noi, la gara è stata molto in equilibrio. Anche nel secondo tempo è stato così, poi come spesso succede in questo campionato gli episodi fanno la differenza. hanno sfruttato meglio la ripartenza, forse in fuorigioco, noi abbiamo colpito un palo esterno, siamo stati ingenui su un fallo fischiato, siamo stati stupidi a non coprire la palla e la Spal è ripartita per segnare il 2-0. Ma per me la partita l'hanno vinta l'esperienza della Spal e gli episodi".

Come mai nel secondo tempo si è visto un Monza troppo passivo?
"Non sono d'accordo, abbiamo cercato di giocare e creare occasioni e, ripeto, per me non hanno creato tanto ma sfruttato meglio due episodi".

Sezione: Primo Piano / Data: Mar 24 novembre 2020 alle 18:05
Autore: Redazione Tuttomonza
Vedi letture
Print