Non c'è solo Boateng a trascinare il Monza in questo inizio stagione. Assieme a lui c'è un altro giocatore che in questi mesi ha dimostrato di poter dare molto in campo e che si rivelato imprescindibile nei piani tattici di mister Brocchi. Stiamo parlando di Dany Mota Carvalho. La sua classe non è mai stata messa in discussione, ora però il classe 1998 sembra essere finalmente pronto per il definitivo salto di qualità, per fare quell'ulteriore step in avanti nel processo di maturazione necessario per trasformarsi da talento grezzo a campione.

Il portoghese, che qualcuno sbagliando dava in uscita la scorsa estate, a suon di prestazioni di alto livello ha acquisito fiducia nei propri mezzi e ora si sta ritagliando uno spazio sempre più importante in questo Monza. Nell'ultima prima della sosta contro il Frosinone il numero 47 brianzolo ha messo in mostra il meglio del suo repertorio: accelerazioni fulminee, dribbling, passaggi illuminanti. Il gol, poi, la ciliegina sulla torta. 

Anche in settimana, con la maglia del Portogallo, Dany Mota ha continuato a convincere e a sfornare giocate importanti, risultando parte decisiva nel tridente lusitano. Suo l'assist per il gol del vantaggio di Fabio Vieira, sue le giocate più brillanti della partita. Voti alti in pagella e ottime sensazioni in vista della ripresa del campionato.

Ora Brocchi non ne può più fare a meno. La sua imprevedibilità, la sua qualità possono fare davvero la differenza, soprattutto in un momento come questo dove Gytkjaer e Maric devono ancora crescere molto e trovare il giusto feeling con il calcio italiano. Contro il Pordenone Dany Mota partirà ancora titolare, in coppia con il danese a dimostrazione dalla grande fiducia che il tecnico biancorosso ripone in lui.

Sezione: Primo Piano / Data: Gio 19 novembre 2020 alle 12:37
Autore: Stefano Pontoni
Vedi letture
Print