La Gazzetta dello Sport, nella sua edizione odierna, ha analizzato il momento negativo del Monza, bloccato sul pari dal Pescara: "Nemmeno il ritorno allo stadio di Adriano Galliani dopo 44 giorni (causa Covid) ha rianimato il Monza. Al culmine del suo periodo più buio (5 gare, 5 punti) la sua squadra deve mettere da parte i propositi di promozione diretta, visto che nelle stesse partite il Lecce ha fatto il pieno (15 punti) ed è scappato via: +6. In particolare, i due pareggi contro le ultime due in classifica (venerdì a Chiavari, adesso il Pescara, sempre per 1-1 e segnando solo su corner) hanno certificato uno stato di salute per niente confortante. La società ha ribadito la fiducia in Cristian Brocchi, ma affrontare i playoff in queste condizioni non porterà lontano, quindi il tecnico dovrà dare la tanto attesa scossa".

Quali i motivi della crisi? La rosea prova a dare una risposta: "Passano le giornate e il Monza non cambia. Il suo gioco è sempre lento e poco verticale, alla ricerca di fiammate per trovare la rete e poi condurre la partita in porto. In attacco però non si finalizza quel poco che viene creato e dietro si balla. Anche stavolta il golletto è arrivato, poi un’incertezza l’ha vanificato. Alla faccia dell'attacco stellare".

Sezione: News / Data: Mar 06 aprile 2021 alle 11:01
Autore: Stefano Pontoni
Vedi letture
Print