20 milioni, è questa la richiesta dell'Atalanta per Matteo Pessina. Prezzo alto che per il momento sta tenendo lontano il Monza. Il motivo di questa valutazione sta nel fatto che la Dea è costretta a destinare il 50% dell’incasso destinato al Milan. Se il centrocampista brianzolo dovesse però raggiungere le 100 presenze con la Dea ( al momento è a quota 96 ) i bergamaschi dovrebbero pagare soltanto 2 milioni di euro ai rossoneri senza più la rivendita. Trattativa, allora, che potrebbe essere rinviata a fine mercato, ai famosi giorni del Condor, quando Pessina potrebbe aver accumulato quei quattro gettoni mancanti visto che la stagione ufficialmente partirà la prima settimana di agosto con la Coppa Italia e si giocheranno entro il gong finale già quattro giornate di campionato.

Sezione: Focus / Data: Sab 25 giugno 2022 alle 12:00
Autore: Stefano Pontoni
vedi letture
Print