"Il calcio è strano e non sempre vince chi merita", ha iniziato così il difensore centrale del Monza Bellusci nelle dichiarazioni post gara riferendosi alle prime gare di campionato, proseguendo poi concentrandosi sull'incontro di questa sera che ha permesso ai biancorossi di accedere al turno successivo battendo il Pordenone ai calci di rigore: "Questa sera abbiamo dato un segnale forte ad un ambiente leggermente negativo in questo periodo, grazie alla compattezza e all'unità d'intenti l'abbiamo portata a casa. Noi sappiamo la nostra forza e l'abbiamo dimostrata in termini di prestazioni, purtroppo non di risultati, oggi abbiamo dimostrato di essere compatti con l'allenatore e lo staff, tutti uniti. Rimanere in dieci dopo 40' era difficile soprattutto dopo tre giorni dal campionato, ma abbiamo superato questa difficoltà. Non si può ancora giudicare, ci sono tantissimi giocatori nuovi e le prestazioni vanno analizzate prima di giudicare, noi dobbiamo fare di più, conoscendoci al meglio nel più breve tempo possibile, ma lo faremo senz'altro pur tra le tante difficoltà. Le partite che abbiamo fatto sono positive, ci è mancato solo il gol, essendo tanti nuovi tra cui alcuni stranieri e in forte emergenza COVID-19, prima di sparare a zero su un gruppo che sta lavorando bene, si deve riflettere".

Sezione: Focus / Data: Mar 27 ottobre 2020 alle 21:40
Autore: Niccolò Anfosso / Twitter: @Nicanfo2000
Vedi letture
Print