Ariedo Braida, dirigente della Cremonese ma una vita al Milan con Berlusconi e Galliani, ha battuto i suoi amici di sempre nella volata promozione. In un'intervista alla Gazzetta dello Sport parla del Milan e delle possibilità scudetto, che per lui varrebbero come una doppietta dopo la promozione della Cremonese, ma anche del suo campionato: "Un'impresa, perché la Cremonese non era tra le favorite. C’erano il Lecce, il Parma, il Monza, il Benevento, il Brescia... Insomma, tanti prima di noi. È stato un campionato strano, molti colpi di scena. E alla fine credo che ci siamo meritati la promozione. Bravissimo il nostro patron, il cavalier Arvedi, per come ha condotto la società".

Sezione: News / Data: Lun 09 maggio 2022 alle 09:58
Autore: Redazione Tuttomonza
vedi letture
Print