Tra le stelle del Venezia, sicuramente c'è Mattia Aramu, che dopo gli anni delle giovanili al Torino sembra aver trovato in laguna la sua stabilità. Complice il gioco dei mister avuti in arancioneroverde, le prestazioni sono sempre in crescendo, e la tripletta ha Monza al sancito il magic moment, come ha confermato il trequartista a La Gazzetta dello Sport: "Agli anni al Toro ci penso spesso... Ognuno ha un percorso di crescita, essere in prestito ti fa sempre sentire in discussione. Cosa è successo a Venezia? Mi ha dato grande forza sapere che aveva puntato su di me. Già a Siena, dopo essere sceso in C, avevo fatto uno scatto mentale, avevo capito che era il momento di rimboccarsi le maniche. Al Torino erano rose e fiori, in invece C dovevo camminare da solo e pedalare. Gli altri anni giocavo con poca continuità e stavo più lontano dalla porta, qui prima Dionisi e poi Zanetti hanno sfruttato le mie caratteristiche. Se al Toro il mio modello era Cerci? Lui era in prima squadra, quando mi allenavo con loro facevo la sua alternativa". Lo riporta Tmw. 

Sezione: L'Avversario / Data: Sab 27 marzo 2021 alle 13:45
Autore: Redazione Tuttomonza
vedi letture
Print