Tutto Monza
I migliori video scelti dal nostro canale

primo piano

Stroppa: “Dobbiamo far male, attaccare la porta e chiudere l’azione”

Stroppa: “Dobbiamo far male, attaccare la porta e chiudere l’azione”

Mister Giovanni Stroppa parla alla vigilia di Monza-Cittadella

Emanuele Dell'Anna

Dopo Gorini, tecnico del Cittadella, parla Giovanni Stroppa, tecnico del Monza, ecco le sue parole: "Abbiamo provato diverse soluzioni in alternativa a Dany Mota, siamo in emergenza ancor prima di iniziare questo campionato. Dispiace non dare continuità alla crescita della squadra, giocherà qualcun altro al suo posto".

"La squadra ha carattere, anche quando è in inferiorità numerica, resta sempre il rammarico di quello che potenzialmente creiamo, ma che non concludiamo nel migliore dei modi. Dobbiamo essere più bravi ad attaccare la porta, chiudere l'azione, far male agli avversari. Certamente domani saremo molto più incisivi, ci alleniamo ogni giorno per questo, i ragazzi si allenano bene e crescono anche a livello atletico. Non perdere duelli domani significa portare a casa il risultato, il Cittadella concede poco e nulla. Domani affrontiamo una squadra ostica, che lavora in verticale, dobbiamo essere bravi a lavorare bene e a non concedere ripartenze e verticalizzazioni".

Sui giocatori:"Dany Mota starà fuori per un po', mentre D'Alessandro è reintegrato e lo metteremo dentro. Marrone lavora bene, è un'ottima presenza, la prima ammonizione era "costretta", mentre sulla seconda ci sarebbe da ragionarci su. Vignato poteva entrare domenica, ma viste le situazioni create ho preferito fare altri cambi per ripartire sugli attacchi avversari. Colpani ha una buona tenuta fisica, non ha l'esplosività della corsa, ma può fare sia l'esterno che la mezzala, ma Colpani può fare tutto, deve solo farlo meglio ed essere più incisivo. Barberis, Mazzitelli, Siatounis e Brescianini sono tutti riferimenti per il ruolo da play, non credo che possa ora pensare a Marrone play".

Poi conclude:"La squadra a livello fisico c'è, bisogno solo sistemare queste piccole cosa, soprattutto la finalizzazione dell'azione".

tutte le notizie di