Tutto Monza
I migliori video scelti dal nostro canale

editoriale

Monza c’è, Monza non c’è. Così si arriverà davvero in Serie A?

Monza c’è, Monza non c’è. Così si arriverà davvero in Serie A?

Il Monza alle prese con tanti problemi, superabili? Lo dirà il campo, ma entro la prossima sosta nazionali

Emanuele Dell'Anna

Il Monza si sta ritrovando in una situazione analoga, dove vince col Cittadella ma perde pareggia col Vicenza, conclude meno degli avversari e porta a casa punti, ma quanta strada si farà così?

La Serie B non perdona, i biancorossi lo hanno imparato lo scorso anno e non possono dimenticarlo. Oggi un 1-1 stretto ma forse molto giusto, dal momento in cui le statistiche dicono che il Monza ha tirato in porta 2 volte in 90' a differenza del Vicenza che lo ha fatto ben 5.

Mancano diverse cose, se partiamo dalla superfice manca la continuità nei risultati, ad esempio oggi era essenziale oggi battere il Vicenza (squadra penultima in classifica) e prendere i 3 punti. Nello specifico il Monza non tira in porta, c'è la costruzione di gioco, il recupero, la lotta, ma questo Monza non tira in porta. Un altro problema dei brianzoli è l'infermeria, iper affollata con Lamanna, Favilli, Barillà, Mota Carvalho, Scozzarella, Finotto e Pirola, Ciurria e Valoti, probabilmente per qualche giorno ci sarà anche Vignato.

Stroppa non trova pace, tanti gli uomini indisponibili e poche le possibilità di spaziare nel modulo e nello stile di gioco. Oggi ci si aspettava un cambio nell'11 e ci siamo ritrovati con un attacco nuovo, causa anche il forfait last minute di Valoti. Attacco dinamico ma senza quella punta di riferimento come Ciurria o Gytkjaer, l'iperattivo Dany Mota è assente e si sente, oltre che si vede.

Serve un cambio di rotta e serve subito poichè le concorrenti alla promozione non aspettano il Monza, soprattutto perchè squadre con l'obbiettivo dichiarato sono tutte lì nelle prime posizioni (Pisa, Lecce, Brescia, Benevento, ...) seppur subendo qualche intoppo.

Prima di un'altra sosta per le Nazionali, mancano ancora due partite, occorrono sei punti e perderne qualcun altro per strada significherebbe lasciar posto a qualcun altro per l'inseguimento della A, di conseguenza lottare per un buon piazzamento nella "blasonata" lotteria Playoff. Battere l'Alessandria e il Crotone per riaccendere quella fiamma nei tifosi, nei giocatori e in tutto l'ambiente monzese.

tutte le notizie di